La generazione Z, ovvero i giovani tra gli 11 e i 30 anni che sono o stanno per diventare i futuri proprietari di automobili rappresentano uno spaccato di quella che sarà la mobilità del prossimo futuro. Si tratta di una considerazione non da poco conto tenendo conto del piano di elettrificazione dell’auto. Vediamo allora cosa pensano i giovani dell’auto elettrica e perché questo mezzo di trasporto è considerato trendy

Skuola.net ha deciso di condurre un sondaggio su un campione di 2800 ragazzi per capire quanto ne sanno i giovani di auto elettrica e, soprattutto, qual è il loro approccio nei confronti di una mobilità che sta profondamente cambiando. Dai risultati emerge come per 9 giovani su 10 l’auto non sia più uno status symbol, ma deve rispondere alle esigenze di mobilità. Solo per il 10% degli intervistati è una passione e ancora meno, il 2%, pensa all’auto come status symbol. 

Resta immutato per l’85% dei giovani il possesso dell’auto a 35 anni e solo il 5% prende in considerazione il noleggio di un’auto elettrica con le formule del lungo termine. Infine, il 10% della generazione Z è disposta a fare ricorso al car sharing e ad altre forme di mobilità, soprattutto in seguito alla pandemia da COVID-19.  

In generale quanto emerge dai sondaggi è che l’elettrico è trendy e ha fatto breccia nel cuore della Generazione Z, che punta al valore sociale del prodotto e alla sostenibilità ambientale. Obiettivi che i governi di tutto il mondo stanno pensando di raggiungere con la svolta elettrica. 

Caratteristiche dell’auto per i giovani 

Tra le caratteristiche dell’auto elettrica più apprezzate da giovani ci sono funzionalità e comodità, che vengono considerate al momento di acquistare un veicolo nuovo o usato. Non contano le dimensioni e sempre più sono apprezzate le city car e le utilitarie (22% degli intervistati) per le basse emissioni, la facilità di spostarsi e trovare parcheggio e i prezzi competitivi. 

Anche le giovani donne prediligono le macchine più piccole, indispensabili per potersi muovere tra le superaffollate e molto trafficate vie cittadine e sicuramente più a loro misura (33%). Ad oggi solo il 13% degli intervistati subisce ancora il fascino di SUV, crossover e fuoristrada come segno di una voglia di avventura e la risposta alla necessità di muoversi su strade sterrate e percorsi innevati. 

IL 61% della generazione Z cerca un auto a 5 porte, l’82% la vuole con cambio manuale e le case automobilistiche verso le quali i giovani tendono ad orientarsi maggiormente sono: Fiat (30%), Volkswagen (21%) e Audi (19%). Tengono bene anche Toyota (17%), BMW (13%) e Ford (12%). 

Opinione dei giovani sull’auto elettrica

Tra coloro che hanno avuto l’occasione di salire su un’auto elettrica, il 41% degli intervistati è rimasto stupito dalla silenziosità del motore, il 26% dalla comodità, mentre il 14% è stato ammaliato dalla tecnologia di bordo avveniristica. 

In confronto gli over 65 sono particolarmente interessati all’acquisto di un veicolo ibrido (61%), mentre per i giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni l’auto a benzina o a diesel sarebbe l’opzione che gradirebbero di meno (25%). 

Tra i giovani italiani la tendenza ampiamente prevalente è quella di scegliere un veicolo elettrico (39%) o ibrido (36%). 

Riguardo alla preferenza per l’auto elettrica, il 27% degli intenzionati all’acquisto italiani è a favore di questo tipo di veicolo come loro prossima auto anche se in misura inferiore rispetto agli spagnoli (34%). Esprimono più riserve all’acquisto di un’auto elettrica i tedeschi e i francesi (stessa percentuale, 23%). 

Perché guidare un’auto elettrica 

Alla base della scelta di guidare un’auto elettrica c’è la volontà del’82% degli italiani di contrastare i cambiamenti climatici cambiando i comportamenti nella vita quotidiana. Questi sono alcuni dei risultati della seconda pubblicazione dell’Indagine della BEI sul clima per il 2021-2022 diffusa dalla Banca europea per gli investimenti (BEI). 

In Italia, solo il 22% degli intenzionati ad acquistare un’auto nuova opterebbe per un’auto a benzina o diesel, mentre il 78% dei probabili acquirenti afferma che la sceglierebbe ibrida o elettrica. Si tratta di un importante segnale di cambiamento che aziende specializzate in veicoli elettrici e nella loro ricarica come Daze Technology devono tenere in considerazione nel formulare l’offerta di prodotti e servizi ai clienti