Il mercato dell’auto sembra ormai vicino a un cambiamento epocale: le automobili termiche continuano a perdere quote mese dopo mese e l’aggancio dei motori elettrificati non è mai stato così imminente. A giocare un ruolo fondamentale nella rincorsa contribuisce il significativo aumento di modelli interamente (o parzialmente) a pila, i quali cominciano a ritagliarsi angoli importanti nelle gerarchie dei singoli Costruttori.

In questa guida non andremo ad analizzare se le infrastrutture vigenti possano sostenere o meno la curva esponenziale in atto, ma piuttosto sarà nostro compito capire cosa hanno in serbo le Case per i modelli di auto elettriche nel 2022. Già nel primo semestre dell’anno molti brand hanno svelato i piani strategici e industriali per il prossimo decennio ed è già arrivato il momento di curiosare su cosa bolle in pentola. I concept stanno ormai per diventare vere e proprie auto in produzione.

Auto elettriche 2022: Gruppo Stellantis

Chi si trova a inseguire e a gestire una mole impressionante di lavoro è il gruppo Stellantis, chiamato a dare identità al vasto gruppo di brand sotto la sua proprietà. Detto che Lancia e Alfa-Romeo rimarranno immobili almeno per qualche anno, con Fiat si è assistito al lancio della Nuova 500 che dovrebbe assicurare gonfie vele sui ricavi per parecchio tempo. Più complicato tracciare una road-map dell’ex-gruppo PSA. Il connubio Citroen-DS ha puntato forte sulla tecnologia plug-in e non sono in programma modelli a batteria, stesso discorso vale anche per il binomio Opel-Peugeot. Le rispettive “segmento C”, ossia Astra e 308, saranno equipaggiate con la doppia alimentazione ibrida ed elettrica.

Auto elettriche 2022: Gruppo Nissan-Renault

Imperativo categorico è prestare attenzione alle mosse del gruppo Nissan-Renault che ha sparato in pompa magna il suo progetto elettrico chiamato “Renaultlution”. Previsto per il 2022 il lancio di Nissan Ariya, crossover-coupé che affiancherà la collaudata Leaf nel panorama delle elettriche. In casa Renault pronto il debutto della nuova Megane E-Tech Electric e della versione a pila della rinnovata Kangoo.

Auto elettriche 2022: Gruppo VAG

Il marchio Audi sta lavorando alquanto alacremente per portare la sua gamma all’elettrificazione. Per il momento sono i SUV ad avere la precedenza, con la nuova Audi Q4 E-Tron che si appresta a uscire nei saloni in questi mesi. Verso la fine dell’anno dovrebbe arrivare anche la Q4 Sportback E-Tron, variante coupé sempre elettrica. Prevista invece nel 2022 la sorella maggiore Q5 E-Tron. Nella seconda parte dell’anno venturo pronta al debutto la Q6 E-Tron, D-SUV a pila della Casa tedesca che sfrutterà la piattaforma PPE realizzata in collaborazione con Porsche.

Tre modelli elettrici previsti nella road-map della Casa Madre di Wolfsburg. Alle già presenti ID.3 e ID.4 si aggiungeranno altri due crossover di grossa taglia: VW ID.5 e VW ID.6. La ID.5 sarà la versione coupé della ID.4 di cui andrà a ricalcare tutte le principali caratteristiche tecniche, mentre la ID.6 dovrebbe avvicinarsi alle dimensioni della Touareg e sarà disponibile anche a sette posti. Più avanti arriverà anche il mastodontico ID.8 mentre il nuovo VW Bulli è certezza: si chiamerà ID.Buzz e riporterà in voga lo storico furgoncino del brand.

Poche notizie su Seat e Skoda. La casa spagnola dovrebbe puntare molto alla crescita del neonato brand Cupra, che dopo la Formentor si appresta ad accogliere il primo modello elettrico, ovvero Born. Il Costruttore ceco, invece, potrebbe far debuttare la versione coupé di Enyaq e la cugina della ID.3.

Auto elettriche 2022: le case asiatiche

Molto attivo il gruppo Hyundai-KIA. Hyundai, come spiegato nella guida dedicata che trovate sul nostro blog, è l’unico produttore in grado di offrire tutte le alimentazioni elettrificate attualmente disponibili. Per quanto concerne l’elettrico è stata da poco lanciata la famiglia IONIQ con il SUV IONIQ 5 che si appresta a mostrarsi nei concessionari. Nel 2022 la line-up si amplierà con la sedan IONIQ 6 mentre per il D-SUV IONIQ 7 si dovrà attendere qualche anno. Nessun modello nuovo (al momento) di KIA annunciato per il 2022, quando si assisterà al restyling di KIA Niro, sempre proposto nella doppia variante ibrida ed elettrica.

Checché ne dicano in casa Toyota l’elettrico sarà protagonista anche in Giappone. Non si conosce ancora il nome ufficiale tuttavia è sicuro che il brand lancerà sul mercato un SUV equipaggiato con accumulatori sotto il pianale. La stessa piattaforma dovrebbe essere sfruttata per il modello cugino di casa Lexus, anche qui si tratterebbe di un inedito. Batte un colpo anche Subaru, da anni sempre più scivolata nel dimenticatoio: scelta sicura su un SUV, ossia Subaru Solterra, realizzato in collaborazione con Toyota.

Auto elettriche 2022: i brand “Premium”

Sul fronte dei brand premium cominciamo da BMW con il colosso di Monaco che dopo il suv iX farà debuttare sul mercato anche i4 e iX1. BMW i4 sarà la prima berlina interamente concepita per l’elettrico e porterà in dote la prima versione sportiva M a batteria, mentre la iX1 dovrebbe porsi come variante elettrica della BMW X1 già a listino. Per la controllata Mini il 2022 sarà un anno transitorio prima della vera rivoluzione.

Grandi manovre in casa Mercedes-Smart, attualmente il gruppo più avanti nella transizione verso l’elettrico. Per quanto riguarda il brand principale, dopo EQA e EQC toccherà a EQB entro la fine del 2021 per disegnare la line-up di SUV a batteria. Spazio poi a EQE e EQS (quest’ultima sarà l’auto con maggiore autonomia del lotto) che dovrebbero soppiantare gradualmente i modelli da cui derivano, ossia GLE e GLS. Sulle berline invece si conosce solo il nome della piattaforma dedicata, cioè la MMA. Per quanto concerne Smart la Casa di Stoccarda introdurrà il primo SUV del marchio, presumibilmente sempre in formato tascabile.

Valutazioni in corso in casa Jaguar Land Rover dove è soprattutto il giaguaro a essere osservato speciale. Stando alle parole del CEO Bollorè Jaguar sarà un marchio esclusivamente elettrico a partire dal 2025, e si appresta a presentare il restyling della I-Pace, primo e unico modello a pila attualmente sul mercato. Ottimo il lavoro impostato da Porsche, che dopo il successo ottenuto con Taycan nel 2022 rinnoverà Macan puntando esclusivamente sulla tecnologia a ioni di litio. Infine nella galassia Volvo c’è attesa per il primo modello concepito interamente a zero emissioni. Si chiama C40 Recharge e affiancherà Volvo XC40 per dimensioni e carrozzeria.