Dici Tesla e pensi immediatamente alla figura di Elon Musk, nel bene e nel male. Alcuni esperti hanno paragonato l’impatto innovativo del brand nel settore della mobilità elettrica a quello avuto da Apple con gli iPhone in ambito smartphone. In questa guida andremo a vedere l’offerta di auto elettriche Tesla, i loro punti di forza e debolezza, concentrandoci sui principali modelli, l’autonomia e i prezzi della casa automobilistica californiana.

Caratteristiche delle auto elettriche Tesla

Sin dagli albori Tesla ha puntato sempre al massimo, alimentando un seguito di fan pronti a pendere dalle labbra di Elon Musk. Lo dimostra anche una classifica stilata da Inside EVs, dove tra le auto più cercate su YouTube compaiono due Tesla, la Model 3 e la Roadster. Un risultato incredibile, se si considera che quest’ultima deve ancora uscire.

Un altro grande cavallo di battaglia di Tesla è la guida autonoma. Perfetta sintesi del mix “croce e delizia” che ha contraddistinto l’epoca recente della casa di Fremont. Il sistema proprietario si chiama Autopilot e sfrutta l’intelligenza artificiale per consentire alle vetture di percorrere tragitti senza alcun intervento del guidatore. L’AI, tuttavia, è una tecnologia predittiva e che quindi ha bisogno di essere allenata per poter rendere sempre meglio. Tesla ha pertanto introdotto ingenti somme di denaro da investire in un supercomputer, per correggere alcuni incidenti di percorso (purtroppo anche mortali) accaduti in tempi recenti.

Il vero plus di Tesla è però la ricarica. In ambito domestico, ad esempio, il marchio propone il Wall Connector (extra da 530€), tuttavia sono le soluzioni da esterno a prendersi la copertina, vale a dire il Destination Charging e i Supercharger: i primi sono installati all’interno di strutture ricettive come gli alberghi, ristoranti e i centri commerciali, mentre i Supercharger sono vere e proprie colonnine di ricarica pubbliche, capaci di trasferire fino a 100 kWh di energia.

Auto elettriche Tesla: i principali modelli

In generale si può affermare che il brand di Elon Musk fatichi a rispettare le promesse, spesso nascondendosi dietro alla scusa della complessa ingegnerizzazione. La citata Tesla Roadster e il pick-up Cybertruck sono progetti già in cantiere da parecchi anni che continuano a subire ritardi sulla tabella di marcia, a favore di un hype comunque crescente. È stata invece cancellata ufficialmente la Tesla Model S Plaid+, una supercar che avrebbe montato un motore elettrico da 1022 CV. Fatta questa premessa vediamo nel dettaglio i modelli e i prezzi delle auto elettriche Tesla più in voga.

ModelloPrezzi
Tesla Model 3da 48.990€
Tesla Model Yda 57.000€
Tesla Model Sda 84.000€
Tesla Model Xda 99.990€

Tesla Model 3: caratteristiche e prezzi

Tra passato e futuro concentriamoci sul presente, ossia sulle auto elettriche Tesla attualmente in commercio. La Tesla Model 3 apre la gamma ed è l’auto che esprime al meglio il concetto di “sportiva elettrica destinata a un mercato di massa”.  Si tratta di una berlina di medie dimensioni (è lunga 458 cm) con un capiente baule di 542 litri (con un piccolo pozzetto anche sotto il cofano) e un’abitabilità più che buona (solo i passeggeri posteriori più alti soffriranno).

La Model 3 è una vettura accessibile che riesce a comportarsi da modello premium, rientrando di diritto nelle 10 auto elettriche più vendute nel 2021. Diverse le chicche da segnalare, dal maxi-schermo di 15” nella consolle, al tetto in cristallo fino alle maniglie delle porte a scomparsa. L’impostazione minimalista può invece spaventare: mancano infatti il cruscotto e le bocchette del clima. Tutto si gestisce in maniera più o meno immediata dal grande tablet che domina la plancia.

Due anime muovono la Model 3. La prima prende corpi in una tranquilla berlina sportiva nell’allestimento Standard Range Plus (48.990€). A fronte di una batteria da 50 kWh l’autonomia dichiarata dal costruttore è di 448 km e lo scatto 0-100 km/h si completa in 5.6 secondi. Per accedere al mondo dell’Autopilot si devono sborsare almeno 3.800€.

Il secondo spirito guida di Tesla Model 3 è votato alle prestazioni. Quelle estreme sono incluse nella versione Long Range (351 CV, 54.990€), la più equilibrata nel rapporto autonomia/sportività, ma si può osare ulteriormente con la Performance (489 CV, 60.990€), che scatta da ferma in 3.3 secondi. Entrambe le versioni sono a trazione integrale AWD e dispongono di una “pila” da 75 kWh.

Tesla Model Y: caratteristiche e prezzi

La scalata procede con la Model Y, ovvero la versione crossover della Model 3. Grazie ai centimetri in più in altezza (15) la vita è agevole anche per chi siede dietro, portando al top l’accessibilità del veicolo. Il bagagliaio è davvero profondo ed è disponibile anche la configurazione a 7 posti (optional da 3.200€).

Le prestazioni e l’autonomia sono leggermente inferiori rispetto alla berlina per via del peso maggiorato (siamo a due tonnellate sulla bilancia). Per il resto l’auto ha le stesse specifiche della cugina Model 3, allestimenti inclusi: la Long Range costa 57.000€, mentre la Performance 65.000€, guida autonoma a parte.

Tesla Model S: caratteristiche e prezzi

Tesla Model S rappresenta l’ingresso del brand nel mercato europeo nell’ormai lontano 2013. Senza fare troppi giri di parole siamo su un altro pianeta rispetto a Model 3 e Model X. Qui la potenza è ai limiti del possibile e anche oltre nella versione più grintosa. Le proporzioni sono da tipica berlina americana, ma agli ingombri esterni si abbinano ottime doti dinamiche in relazione alla massa.

Già una Long Range sarebbe più che sufficiente. Per 84.000€ si mette in garage una vettura da 670 cavalli con un’ottima dotazione di serie, ma l’esborso extra per la Plaid vale tutto (114.000€ e 1020 CV prodotti da tre motori elettrici), una vettura che brucia il tempo appena si preme il pedale del gas (2.1 secondi).

Tesla Model X: caratteristiche e prezzi

Anche la Model S ha la sua controparte muscolosa, ossia la Tesla Model X. Offerta nella tripla configurazione fino a 7 occupanti, monta l’identica batteria da 100 kWh con percorrenze leggermente inferiori per via della mole. Le versioni sono le stesse ma qui serve un esborso supplementare di 10.000€.