La crisi sanitaria e quella economica hanno cambiato il modo di muoversi delle persone e portato all’affermarsi della sharing mobility con il boom dei monopattini elettrici. Si tratta di dati che emergono dall’Osservatorio Nazionale sulla sharing mobility promosso dal ministero della Transizione Ecologica, dal ministero delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili e dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, e composto dagli operatori di sharing, dalle amministrazioni cittadine e dai centri di ricerca.

Durante la pandemia la sharing mobility ha sofferto meno rispetto al sistema di trasporto ferroviario o aereo e si è affermata con il dominio del monopattino elettrico, seguito da scooter sharing, bike sharing e car sharing. Oggi un veicolo su 3 della mobilità condivisa è un monopattino, in particolare al Sud Italia con il maggior numero di noleggi del 2020.

Nel 2020 sono stati compiuti 7,4 milioni di noleggi di monopattini elettrici e percorsi 14,4 milioni di chilometri. Rispetto al 2019, nel 2020 aumenta la durata (12,1 minuti) e la distanza dei noleggi (1,8 km) effettuati con questo nuovo tipo di veicolo.

Tuttavia sono emerse anche delle criticità come la scarsità di infrastrutture di ricarica, l’assenza di parcheggi per i mezzi leggeri e si assiste anche ad un vuoto normativo.

Le caratteristiche della mobilità a zero emissioni

Da sempre il mondo della mobilità è uno dei più critici dal punto di vista del consumo energetico con la produzione di un quarto delle emissioni di CO2 a livello globale. Non solo: il 90% dell’energia consumata nel settore dei trasporti è prodotta da petrolio e derivati con un parco autovetture globale pari a un miliardo e oltre. Pochi sanno che proprio la macchina privata è responsabile principale della produzione di gas serra, più del trasporto merci. A risolvere il problema contribuirà la diffusione dell’auto elettrica e l’Europa ha l’obiettivo di immettere sul mercato veicoli a zero emissioni. Nel 2030 la quota dovrà corrispondere al 30-35% delle vetture vendute a cui si aggiungono i monopattini. Non mancano Paesi come Norvegia, Olanda e Danimarca che hanno deciso di anticipare questi obiettivi al 2025.

Il sistema di noleggio del monopattino elettrico

Chi vuole noleggiare i monopattini elettrici deve scaricare l’app della società che fornisce il servizio da Appstore e Playstore e creare un profilo utente a patto di essere un maggiorenne. A questo punto se ci sono mezzi liberi si può accedere senza procedere alla prenotazione.

La maggior parte delle compagnie è dotata di rilevamento satellitare per prevenire furti e controllare la velocità del mezzo e non manca la segnalazione dei parcheggi via app e l’accesso a scontistiche dedicate. L’importante è ricordare che il monopattino può circolare nelle aree urbane con limite di velocità sotto i 50 km/h, nelle piste ciclabili e nei luoghi in cui non è vietata la circolazione dei velocipedi.

Invece, è vietato il transito nelle strade extraurbane principali e secondarie, in tangenziale, negli svincoli e rotatorie e sulle rotaie e strade riservate ai tram. E’ vietato transitare sotto i portici e sui marciapiedi, mentre nelle altre aree esclusivamente pedonali dove è consentito il transito alle bici, i monopattini elettrici non possono superare la velocità di 6 km/h.

Tre modelli top di monopattini elettrici

DazeTechnology da sempre offre soluzioni per la ricarica domestica del monopattino elettrico e tanti sono i modelli in commercio a cui vi consigliamo di prestare attenzione:

1. Ninebot by Segway ES2 Monopattino Elettrico Pieghevole

Si tratta del modello di monopattino perfetto per la mobilità quotidiana in città e che raggiunge i 25 km/h con autonomia di 25 km per una ricarica. L’ammortizzazione su entrambe le ruote e il Cruise Control lo rendono comodo e pratico e a questo si aggiunge il fatto di essere leggero (pesa solo 12,5 kg) e pieghevole.

Tra le caratteristiche del modello Ninebot by Segway ES2 ci sono il fanale anteriore e posteriore e gli effetti luminosi personalizzabili, ma anche il display a LED per controllare velocità, connessione Bluetooth e livello di batteria. Il freno posteriore è meccanico e quello anteriore elettrico con sistema antibloccaggio.

Per una maggiore autonomia è possibile prevedere una batteria aggiuntiva.

2. Xiaomi Mi Electric Scooter Pro

Questo monopattino ha grande autonomia e manovrabilità ed è dotato di un doppio sistema di frenata con un freno a disco posteriore ed un meccanismo E-ABS sulla parte anteriore che non permette il bloccaggio della ruota.

L’ammortizzazione è fornita dalle ruote e lo Xiaomi Mi Electric Scooter Pro non è adatto a strade dissestate anche se il pianale lungo consente una guida più comoda. Anche questo modello è pieghevole e perfetto per essere portato sempre con sé. La velocità massima consente di raggiungere i 25 km/h e la durata della batteria copre tranquillamente 45 km.

Anche l’esperienza di guida è piacevole e si tratta del monopattino perfetto per chi ha più di 14 anni e vuole muoversi agevolmente in città.

3. Ninebot by Segway Max G30

Il monopattino elettrico Ninebot by Segway Max G30 nasce per gli spostamenti in città e il telaio in alluminio assicura grande resistenza. Leggero e pieghevole può essere portato sui mezzi pubblici e in ufficio e l’impugnatura comoda e regolabile garantisce il pieno controllo in corsa.

Si tratta di un modello molto stabile dato che ha pneumatici ammortizzanti da 10’’ e pensati per offrire stabilità su ogni tipo di superficie.

Il sistema a doppia frenata, meccanica ed elettrica, comprende il sistema anti bloccaggio, per avere il massimo controllo anche in fase di frenata. Max G30 garantisce un’autonomia fino a ben 65 km, la più estesa attualmente sul mercato, ed una velocità massima di 25 km/h, con soluzioni di ricarica veloce.

A questo si aggiunge il sistema smart battery management per controllare le prestazioni della batteria ed evitare sprechi nel massimo rispetto dell’ambiente e contro l’inquinamento. La possibilità di muoversi a 6 km/h lo rende adatto anche alle zone pedonali. Come vedi sono veramente tanti i modelli di monopattini elettrici da acquistare e noleggiare per muoversi nel rispetto dell’ambiente. Per ricaricare monopattini elettrici e le e-bike sono disponibili sul mercato diversi caricatori. Per la ricarica di auto elettriche invece si può contare sull’esperienza di DazeTechnology che propone wall box per uso domestico e privato. Contattaci per saperne di più!