Come viaggiare in autostrada con l’auto elettrica e a che velocità andare? Sicuramente muoversi con un veicolo elettrico in autostrada richiede programmazione in termini di velocità e punti di ricarica sulla base del consumo dell’auto e del numero di kWh stoccati nella batteria.

Consumi dell’auto elettrica in autostrada

Se l’auto a benzina o diesel ha il serbatoio, l’auto elettrica è la batteria la cui durata è espressa in kWh. Quando si guida in autostrada il consumo dell’auto elettrica è proporzionale alla velocità e ad esempio una macchina a 130 km/h consuma circa 17 KWh ogni 100 Km garantendo un’autonomia di 185 km.

Per questo quando si guida in autostrada è importante fare attenzione a velocità, stile e abitudini e DazeTechnology consiglia una guida il più possibile a velocità costante, disattivando il clima quando non serve e tenendo sempre i pneumatici a una corretta pressione.

Autonomia dell’auto elettrica in autostrada

Un altro aspetto a cui prestare attenzione è l’autonomia dell’auto elettrica in autostrada. Con tratte inferiori ai 185 km non servono soste, in caso contrario qualora si raggiungano mete più distanti è importante:

1. Programmare una sosta entro i primi 185 km, durante la quale ricaricare presso una colonnina fast, per poi proseguire il viaggio in autostrada;

2. Viaggiare fin da subito a una velocità più ridotta rispetto ai canonici 130 km/h in modo da poter forse raggiungere la destinazione senza soste intermedie.

Tornando a una macchina con consumo di 17 kWh/100 km se la destinazione è a 250 km di distanza la si può raggiungere senza ricariche semplicemente riducendo la velocità, se invece si viaggia a 130 km/h servirà la ricarica dopo i primi 185 km alla colonnina fast in 10 minuti per percorrere i restanti 65 km. Il caso è diverso se si viaggia a 90 km/h con un viaggio a velocità moderata senza ricariche.

In ogni caso prima di partire per un viaggio in autostrada è importante conoscere dove sono dislocate le colonnine fast affidandosi alle app e la loro modalità di utilizzo. Lo ripetiamo: il consumo dell’auto elettrica varia a seconda di temperatura, caratteristiche del percorso, numero di passeggeri e climatizzazione.

In autostrada ci sono le colonnine elettriche?

Chi guida un veicolo a batteria deve conoscere l’esatta ubicazione delle colonnine elettriche in autostrada per non rimanere in panne in viaggio per mancanza di energia. A complicare le cose c’è il fatto che le stazioni di ricarica di energia elettrica in autostrada sono molte meno di quelle per il rifornimento di gasolio e per questo il guidatore deve pianificare il viaggio con attenzione. Per fortuna la tecnologia viene in aiuto a chi possiede un’auto elettrica grazie a numerose app realizzate dai gestori dell’autostrada o da sviluppatori terzi che indicano la presenza delle colonnine. Si tratta di soluzioni gratuite per Android e iOS che mostrano la mappa delle stazioni di rifornimento e a queste si aggiunge Google Maps, su cui sono gli stessi utenti a indicare le infrastrutture per la ricarica auto elettriche.

Caricare a casa prima e dopo il viaggio con DazeTechnology

Chi ha un’auto con una buona autonomia può caricare a casa prima e dopo il viaggio in autostrada affidandosi a DazeTechnology, che propone soluzioni completamente progettate e realizzate in Italia. Tra queste c’è DazeBox C, la soluzione migliore per caricare l’auto a casa anche grazie a un’applicazione smartphone dedicata.

Contattaci per scoprire questa e altre soluzioni per la ricarica domestica proposte da DazeTechnology.